15 novembre 2016
Ai bergamaschi piace il biologico (produrlo, non solo mangiarlo)
Da Bergamo Post
...Il distretto tra bio e sociale. Bergamo può anche vantare, da sabato scorso, il primo bio-distretto dell’agricoltura sociale della Lombardia. Il progetto è nato dalla sinergia tra cooperative e aziende del territorio con la vocazione alla sostenibilità e all’inclusione sociale. Alla presentazione ha partecipato anche il ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina. L’obiettivo della rete è valorizzare la cultura del bio sostenendo un modello di sviluppo attento alle persone fragili, aperto anche a giovani a rischio di emarginazione sociale che potranno così darsi un’occasione imparando un lavoro. Un modello di impresa produttivo e solidale unico sul territorio lombardo che coinvolge 20 tra aziende e associazioni del bergamasco tra cui: le coop sociali Alchimia, Areté, Biplano, Cà Al del Mans, Oikos, Cantiere verde, L’innesto, La Gasparina, Le Cinque Pertiche, Why Not, la Cooperativa Agricola Castel Cerreto, le società agricole Fronte Mura Verderame, Emon Agri, O Sole Bio e le aziende Ridibio, Cibolab, Cascina Gervasoni e le associazioni Amici di Areté Onlus e Opera Bonomelli Onlus Biorto.

Leggi tutto