comunità > abitare una nuova malpensata
"Costruire legami sociali attraverso la gestione collettiva del cambiamento" è la sfida di questo progetto di coesione sociale sul quartiere Malpensata, investito da fenomeni di degrado urbano e concentrazione di disagio sociale.

Il progetto, di cui il Consorzio Sol.Co Città Aperta è capofila, nasce dalla Scrivere il testo quivolontà di alcuni importanti soggetti del terzo settore bergamasco (Fondazione Casa Amica, Opera Diocesana Patronato San Vincenzo, Nuovo Albergo Popolare, Caritas Diocesana) e del Comune di Bergamo di promuovere un cambiamento, sperimentando il modello statunitense del "comprehensive community development" che coinvolge da subito soggetti organizzati e abitanti del territorio.

Il progetto è stato finanziato da Fondazione Cariplo per il triennio 2012-2015

Nei primi due anni di attività, questo gruppo di lavoro misto ha “ingaggiato” 120 leader locali,  creato un gruppo stabile di lavoro, che oggi si confronta con sfide per il futuro: la costruzione di un’impresa di comunità per gestire il nuovo parco e il presidio del quartiere, la promozione di forme di auto e mutuo aiuto e di attività economiche locali, il potenziamento dei servizi di cura di quartiere, l’animazione culturale di alcune vie.

Visita il sito